Basket – Un bruttissimo SMAV supera l’ultimo in classifica solo nei minuti finali

Guido Zamprotta

Dopo la decisione della Commissione federale di dare partita “persa a tavolino” contro il CUS Caserta (gara vinta sul campo  dai santamariani), poco è mancato per avere un’altra delusione. Nell’ultima gara  del mese di gennaio disputata nella palestra della ragioneria in via Strettola, il SMAV ha affrontato il Basket Sant’Agnese ultimo in classifica con soli due punti. Con il nuovo arrivato, il matesino Mainolfi, non inserito ancora negli schemi,  il tecnico Zamprotta ha iniziato la gara con Di Marzo, Valentino, Moniello, Piscitelli e Carfora. Una prima frazione indecifrabile per i locali che  non riescono a sviluppare il proprio gioco perché il sant’Agnese corre  molto e difende benino; e così Di Marzo sbaglia molto da sotto e si nota perché il SMAV resta incollato agli ospiti; Moniello e Valentino, con alcuni tiri dalla media distanza, riescono ad allungare, ma gli ospiti sono sempre lì.

Si chiude la prima frazione su 25 a 19 per il SMAV. Alla ripresa del gioco sono sempre gli ospiti a pressare  e si va avanti un canestro per parte fino a meno 2 minuti e 30 dal termine della seconda frazione quando il sant’Agnese si porta in parità: 33 a 33; ma Di Marzo replica subito con una tripla e poi Piscitelli segna un bel canestro da sotto le plance: 38 a 33.  Entrano Borino e Pelella per far “respirare” un po’ qualche compagno troppo affaticato. Gli ospiti pressano in modo asfissiante e si chiude la frazione sul 42 a 39.

Al ritorno dagli spogliatoi si vede in campo anche Mainolfi che, con la sua altezza, spaventa un po’ gli ospiti, ma non più di tanto: deve inserirsi negli schemi della squadra. Dopo tre minuti di gioco le squadre sono in parità, 46 a 46,  grazie ad una tripla degli ospiti che cominciano a bersagliare il canestro dei locali da tutte le posizioni senza trovare ostacoli. Il SMAV è alle corde, non riesce ad opporre una benché minima resistenza e a nulla serve la sopensione (time out) chiesta dal tecnico Zamprotta. Si procede un punto  avanti per uno fino al termine della terza frazione: 59 a 60 per gli ospiti.

Si riprende con il quintetto base dei santamariani e le cose sembrano migliorare: una tripla di Valentino e due canestri consecutivi del mai domo Piscitelli da sotto canestro portano il SMAV avanti per 67 a 62, poi ci pensa Di Marzo da sotto ad allungare sul 69 a 62 ed anche Piscitelli cntra di nuovo il canestro: 71 a 62. Sembra fatta? Forse perché mancano ancora 3′ e 20″ ed il sant’Agnse con una tripla si porta sul 71 a 65. Piscitelli continua a bruciare la retina e il SMAV va sul 73 a 65. Di Marzo ottiene due tiri liberi, ne realizza solo uno e si va sul 74 a 65 a meno 1′ 30″. Anche Borino ottiene due titi liberi realizzandone solo uno: 74 a 65. I locali cominciano a “respirare” perché gli avversari non ne hanno più. Di Marzo porta i suoi a 78, il sant’Agnese arriva a 70 e gli   arbitri fischiano la fine di questa sofferta prestazione del SMAV.

Cosa da dire? Il tecnico Zamprotta deve lavorare moltissimo perchè il SMAV è l’ombra di se stesso. Gli infortunati sono rietrati (manca solo Sarchioto che resterà fuori per tutto l’anno), ora bisogna concentrarsi per entrare nel gruppo che disputerà gli spareggi promozione. Piscitelli, alla soglia dei quarant’anni, non può da solo  sopportare il peso di tutta la squadra; Mainolfi deve imparare in fretta gli schemi e dare il suo contributo per raggiungere il traguardo.

Lascia il tuo commento

Comments are closed.