Pallacanestro serie D quarti di finale per la promozione – Il Santa Maria a Vico sconfigge l’Ercolano

SMAV basket 1A meno 3 minuti dal termine della terza frazione gli atleti del tecnico Zamprotta erano avanti di ben dodici punti, ed il pubblico pregustava una facile vittoria contro i vesuviani di Ercolano; ma così non è stato perché gli ospiti hanno cominciato a picchiare duro colpendo ripetutamente ai fianchi i santamariani col colpevole “assenso” dei due direttori di gara.  Al termine della frazione il vantaggio del Santa Maria a Vico si era dimezzato.

Ad inizio della quarta ed ultima frazione il quintetto dei padroni di casa (Di Marzo, Pepe, Sarchioto, Cavalluzzo, Vannella)  riprendeva  a controllare la gara e, canestro dopo canestro, allungava ancora portando a dieci punti il vantaggio. Sospiero di sollievo per atleti, dirigenti e pubblico? Macché! L’Ercolano continuava nel suo gioco ai fianchi (nel vero senso della parola) dei santamariani e riusciva ad avvicinarsi a due punti quando mancavano un minuto e cinquanta secondi all’epilogo della gara.  Gli atleti di casa cominciavano ad accusare la stanchezza, gli arbitri continuavano ad ignorare le gomitate degli ospiti, sfondamenti non fischiati, il tecnico locale protestava vivacemente seguito dal presidente Lello Laudiero e … la frittata era fatta: fallo tecnico fischiato a Zamprotta col dirigente Moniello che riusciva a trattenere a stento l’infuriato presidente. Dalla lunetta l’Ercolano sbagliava il tiro libero dando, inopinatamente, risorse al Santa Maria a Vico che con Di Marzo (rientrante dopo la sosta causa infortunio alla schiena) prendeva due punti di vantaggio portando il SMAV sul 76 a 74.  Ultimi secondi allo stremo delle forze psicofisiche quando  Di Marzo subiva fallo sotto canestro e si regalava due tiri liberi: il tabellone segnalava meno tre secondi al termine dell’incontro. L’Ercolano protestava accampando la scusa di avere più secondi a disposizione, ma gli arbitri  irremovibili   non cambiavano il verdetto dei giudici di tavolo. Di Marzo realizzava ambedue i tiri liberi  liberando l’urlo del poco pubblico che, con quattro punti di vantaggio e a meno tre secondi dal termine, si sfogava letteralmente.  La sirena sanciva la vittoria del Santa Maria a Vico per 78 a 74 contro l’Ercolano, che negli ottavi si era sbarazzato facilmente del Saviano.

Un commento a caldo? Una battaglia vera e propria, come detto,  a cominciare dagli ultimi tre minuti della terza frazione.

Questi i marcatori per il Santa Maria a Vico:

Di Marzo  29 punti,

Cavalluzzo 19,

Pepe 14,

Sarchioto 10,

Vannella 6.

Iscritti a referto: Martone, Arminio, Carfora, Borino, Mirotto, Pelella. – Infortunato: Moniello.

Lascia il tuo commento

Comments are closed.